Registro n. 11 precedente | 254 di 1770 | successivo

254. Francesco Sforza al referendario di Piacenza 1452 agosto 7 presso Quinzano

Francesco Sforza sollecita il referendario di Piacenza di intervenire, in seguito alla denuncia di contraffazione del suo dazio sporta da Antonio Cuminale, daziere del porto di Piacenza, contro detti frodatori procedendo con rito sommario in modo che il ricorrente non abbia pi¨ di che recriminare.

Referendario nostro Placentie.
Vi ha significato Antonio Cuminale, datiero del porto nostro da Piasenza, che sono de molte zente che hano contrafato e tuto il dý contrafano al suo datio, secondo che di luy sareti informato, il che gli cede in grandissimo danno. Per la qual cossa te scrivemo e comandemo expressamente che procede contra de questi tali fraudatori e ministri rasone summaria et expeditissima, senza alcuno litigio, servada la forma deli datii, si ch'esso supplicante, el quale merita in simile casone d'essere favorito, non habia iusta casone de condolerse. Ex felicibus nostris castris apud Quinzanum, die vii augusti 1452.