Registro n. 11 precedente | 391 di 1770 | successivo

391. Francesco Sforza a Teseo da Spoleto 1453 gennaio 5 Milano

Francesco Sforza comunica a Teseo da Spoleto, commissario sopra gli alloggiamenti di cavalli nel Piacentino, che gli uomini di Vallemozzola del marchesato di Pellegrino si lamentano perchÚ quelli di Pellegrino intendono oberarli nell'estimo della tassa dei cavalli al di lÓ delle possibilitÓ e del lecito. Informatosi, egli provveda che i ricorrenti non abbiano carichi insostenibili e superiori agli altri.

Tiseo de Spoleto, comissario super alogiamentis equorum Placentini.
Se lamentano l'homini nostri de Vallemozula del marchesato nostro de Pelegrino che per li homini da Pelegrino pare voliano (a) fir agravati in extimo dila tasa di cavali preter le facultÓ loro et il debito e honesto, secondo chi da loro, ho chi farÓ per essi, sarai informato. Pertanto volemo et comandemoti che habii diligentemente informatione del'agravamento d'essi supplicanti, provedendo che elli non siano pi¨ agravati del'altri nÚ ultra la posibilitÓ loro et demum equalitati sit locus et habiano iusta casone de condolerse. Data Mediolani, ut supra.


(a) Segue fare depennato.