Registro n. 11 precedente | 834 di 1770 | successivo

834. Francesco Sforza al giudice dei malefici 1453 febbraio 22 Milano

Francesco Sforza ingiunge al giudice dei malefici del podest di Milano che, vista la querela di Stefano Azzone e di altri, amministri giustizia come diritto e statuti di Lodi impongono.

Iudici malleficiorum potestatis nostri Mediolani.
Facta est nobis querella parte heredum quondam Stefani Azoni et aliorum, in inclusa supplicatione nominatorum, sicuti ex tenore ipsius supplicationis latius videbitis. Quare, ut quisque se ab illicitis contenire discat, comittimus vobis et volumus quatenus super huiusmodi querellis procedatis et iusticiam ministretis iuxta formam iuris et statutorum illius nostre civitatis Laude. Mediolani, xxii februarii 1453.