Registro n. 11 precedente | 839 di 1770 | successivo

839. Francesco Sforza al podestÓ di Piacenza 1453 febbraio 23 Milano

Francesco Sforza, al fine di poter meglio decidere sulle richieste del conte Giorgio Arcelli, ordina al podestÓ di Piacenza di avvertire la controparte di andare, entro il termine che lo stesso podestÓ le fisserÓ, dal duca per motivargli l'opposizione a concedere quanto il conte richiede.

[ 179v] Potestati nostro Placentie.
Ut convenientem provisionem adhibemus circha requisita in annexa supplicatione comittis Georgii de Arcellis, mandamus tibi et volumus quatenus moneris partem adversam in supplicatione nominatam ut ultra illum terminum, de quo tibi convenire videbitur, compareat coram nobis ad alligandum quicquid voluerit, quare supplicata concedi non debeant, rescribendo nobis quemadmodum in premissis egeris. Mediolani, xxiii februarii 1453.