Registro n. 11 precedente | 9 di 1770 | successivo

9. Francesco Sforza ad Antonio Cegolato 1452 marzo 15 Milano

Francesco Sforza dispone che Antonio Cegolato, sindico fiscale di Vigevano, si astenga dall'esercitare il suo officio in detta comunitÓ: Vigevano infatti non Ŕ in condizione di pagargli lo stipendio per il troppo aggravio di oneri.

Antonio Cegolato, sindico nostro phiscali in Viglevano.
Quoniam communitas illa nostra Vilevani, aliis plurimum onerata expensis, non posse tui officii expensam perferre conqueritur, scribimus tibi et mandamus quod ab exercitatione dicti officii omnino te contineas donec aliud mandaverimus. Data Mediolani, die xv martii MCCCCLsecundo.