Registro n. 2 precedente | 1144 di 1791 | successivo

1144. Francesco Sforza a Bartolomeo da Cremona 1450 dicembre 13 Lodi

Francesco Sforza vuole che Bartolomeo da Cremona solleciti la costruzione del muro, di cui allega una nota circa la struttura. Lo informa che manda doy magistri da nave per riparare le imbarcazion e che ha scritto a Villano da Gualdo di pagare frumento e farina lasciati l.

Bartolomeo de Cremona in Cassano.
Habbiamo havuto la risposta della lettera che scrivessemo ad Marcholeone et ad Zohanne da Mediolano, per quella informacione che volevamo havere del facto del muro, et cetera, li quali ne hanno mandato in scripto ogni cosa, como poray vedere per la introclusa cetola. Pertanto poray solicitare che se comenzi ad lavorare secondo te ordinassimo ad bocha, perch per lo dicto presio, che se contene in essa cedula, noy siammo contenti, et si tu poray fare per mancho presio, seremo anchora contenti. Te mandiamo li doy magistri da nave per fare conzare quelle doe nave sonno l et scrivemo al Villano, che gli debbia fare le spese de quello formento et farina lassassemo questa volta l. Data Laude, die xiii decembris 1450.
Cichus.
[ 298r] Cedula.
In primis facendo l muraglie de pietre vive, zo corsi duy de preta viva et curso uno de costa, et facendo le dicte muralie alte braza xx dal in suso grossi braza uno cum li fondamenti, como dicto de supra cum li merli de intorno, se gli p dure soldi dui del brazo, et meglio gli p stare quello che lo tole allo incanto che non p la signoria vostra. Et quanto el muro pi grosso, tanto megliore derada ne ha queluy che'l tole allo incanto.