Registro n. 2 precedente | 1145 di 1791 | successivo

1145. Francesco Sforza a Giovanni Ceno da Varese e Antonio Trecco 1450 dicembre 13 Lodi

Francesco Sforza impone a Giovanni Ceno da Varese, referendario di Cremona, e Antonio Trecco, tesoriere di Cremona, di dare subito 25 ducati d'oro a Troilo da Doiono.

Referendario (1) et thexaurario Cremone (2).
Nuy havemo scripto per altre dovesti dare ad Troylo da Doiono ducati vinticinque, zo xxv d'oro, quali fina in questa hora non ha havuti, anci pare recusati volerglili dare, de che ne maravigliamo. Et pertanto volemo che subito havuta questa, senza altra exceptione tegnati modo ch'el dicto Troylo habbia li dicti ducati xxv, secondo ve havemo scripto per altre sottoscripte de nostra propria mano. Et non manchi. Data Laude, die xiii decembris 1450.
Cichus.


(1) Identificato come Giovanni Ceno da Varese (cfr. SANTORO, Gli uffici, p. 411).
(2) Identificato come Antonio Trecco (cfr. SANTORO, Gli uffici, p. 412).