Registro n. 2 precedente | 1490 di 1791 | successivo

1490. Francesco Sforza a Bartolomeo da Cremona e Zampono da Nugarolo 1451 gennaio 23 Lodi

Francesco Sforza vuole che Bartolomeo da Cremona e Zampono da Nugarolo, prima di mettere mano al rivellino, facciano il ponte in modo che vi si possa cavalcare sicuramente.

Bartholomeo de Cremona et Zampono do Nugarolo.
S per respecto al lavorare, s per ogni altro respecto, volimo che nanci vui principiati a fare lavorare nel revelino de capo del ponte de l d'Adda primo et ante omnia faciati fare el ponte che sopra Adda che va nel dicto revelino, in lo quale vogliati metre ogni vostro intelecto et ingenio per far che sia facto presto e bene per modo che se possa cavalcare securamente. Et in questo non gli perdeti tempo veruno et fra questo mezo che facti fare lo dicto ponte, fati apparegiare tute quelle cose sono necessarie per el lavorerio del dicto revelino, et avisatine subito per questo presente cavallaro quanto credi te havere fornito dicto ponte. Laude, xxiii ianuarii 1451.
Cichus.