Registro n. 2 precedente | 1537 di 1791 | successivo

1537. Francesco Sforza al Consiglio di giustizia 1451 gennaio 27 Lodi

Francesco Sforza comunica ai membri del Consiglio di giustizia che l'esenzione della tassa dei cavalli di cui godono i Visconti e la chiesa di S. Maria della Scala non estensibile ai loro massari, tenuti pure agli alloggiamenti.

Dominis de Consilio iusticie.
Per le molte occupatione havute in questi d proximi passati non havimo possuto clarificare la mente vostra circha l'ambassata ad nuy facta per parte vostra per Cicho nostro secretario, alla quale hora respondendo ve dicemo che nostra intentione che circa el facto dele taxe deli cavalli li exempti, como sonno li Vesconti per la chiesa de Sancta Maria dela Scala de Milano, et cetera, siano tractati in quello modo et forma che erano tractati al tempo dela felice memoria del'illustrissimo quondam nostro socero et patre, ma ben volimo che li loro massari habiano patientia et debiano contribuire et essere tenuti alli logiamenti et taxe d'essi cavalli come sonno li massari et altri homini subditi nostri non exempti, advisandove che nostra ferma intentione che cossi se exequischa. Laude, xxvii ianuarii 1451.
Cichus.