Registro n. 2 precedente | 1617 di 1791 | successivo

1617. Francesco Sforza a Tommaso de Calvinis 1451 febbraio 26 Milano

Francesco Sforza raccomanda a Tommaso de Calvinis, castellano della rocca del Serio di Castelleone, di tenere ben vigilata la moglie di Donato: se fuggisse, egli ci rimetterebbe la testa.

[ 413r] Thome de Calvinis, castellano arcis Serii terre Castrileonis.
Dilecte noster, nuy te scrivemo questa commandandote et caricandote strectamento che tu tenghi la mugliere de Donato, quale tu y nelo mane cum tal custodia e diligentia che la non se possa partire, n fugire per alcuno modo, et che ad ogni nostra peticione ne la sappi consegnare, avisandote et certificandote che, se per caso la te fosse tolta o se partisse per altro modo senza nostra licentia, a ti non va altro, se no perdere la testa senza remessione, s che sii savio. Data Mediolani, die xxvi februarii MCCCCLI.
Cichus.