Registro n. 2 precedente | 1758 di 1791 | successivo

1758. Francesco Sforza al referendario e al tesoriere di Como 1451 maggio 31 Milano

Francesco Sforza vuole che il referendario e il tesoriere di Como diano, a tempo debito, al castellano delle torrette oltre Adda quello che gli si deve.

Referendario et thesaurario Cumarum.
╚ nostra ferma intencione che ad Fermo de Landriano, nostro castellano in le torrette ultra Adda de Trezo, sia satisfacto alli tempi debiti delle quantitade de dinari gli sonno assignati per li nostri Maistri delle intrate sopra le intrade, de che fa mentione in le littere d'essi Maistri ad vuy scripte. Pertanto exequendo dicte littere como iaceno, fati chello dicto Fermo senza alcuna contraditione habbia dicte assignatione alli debiti tempi et non habbia casone mandare da nuy cum querella per questo, immo sia integramente satisfacto como Ŕ la intentione et voluntÓ nostra. Mediolani, ultimo maii 1451.
Cichus.