Registro n. 2 precedente | 201 di 1791 | successivo

201. Francesco Sforza al Regolatore e ai Maestri delle entrate 1450 agosto 27 Lodi

Francesco Sforza si compiace della delibera della comunitÓ di Soncino di fortificare quella terra e invia come contributo cinquanta ducati d'oro.

Regulatori et Magistris intratarum.
Dilecti nostri, la communitÓ et homini nostri de Soncino del districto de Cremona hanno deliberato fortificare quella terra et la rocha d'essa, el che molto ne piace, et per poterlo meglio fare ne hanno richesto subvencione de qualche dinaro. Nuy gli havemo resposto non havere lo modo de presente per l'altre nostre spese et che nondimeno siamo contenti provederli al presente de cinquanta ducati fine a tanto gli potremo far megliore provissione. Pertanto siamo contenti faciati respondere alli dicti homini d'essi cinquanta ducati d'oro sopra l'intrate d'essa nostra terra de Soncino, da essere convertiti in la dicta reparacione. Laude, die xxvii augusti 1450.
Cichus.
Franciscusforcia Vicecomes manu propria subscripsit.