Registro n. 2 precedente | 465 di 1791 | successivo

465. Francesco Sforza a Battista Sabelleschi da Norcia 1450 settembre 21 Milano

Francesco Sforza ordina che alla gente alloggiata nel parmense si dia singolarmente uno staio di frumento e strame per i cavalli.

Domino Baptiste de Sabelischis (1).
Dilecte noster, quamvis per altre nostre debiate essere giarito de quanto se deba provedere ale nostre gente logiate in parmesano, nondimeno ve replicamo che la voluntade nostra si che se dia stantia et strame per li cavali et uno staro de formento ala mesura cremonese per cisciauna bocha viva tanto dando el sacramento dele boche vive. Et questo l'ordine nostro, el quale volimo che vuy giariate al marchexe de Soragna et anche ale gente sono alogiate a casa sua, che sciano piaciente et contente a questo nostro ordine. Data Mediolani, die xxi septembris mccccl.
Cichus.


(1) Identificato come Battista Sabelleschi da Norcia (cfr. SANTORO, Gli uffici, p. 457).