Registro n. 2 precedente | 78 di 1791 | successivo

78. Francesco Sforza al commissario di Pizzighettone 1450 agosto 14 Lodi

Francesco Sforza ordina si restituisca a Mariano da Calabria quanto gli appartiene.

Commissario Pizleonis (1).
Dilecte noster, ser Mariano de Callavria, capo de squadra, Ť stato qui da nuy, quale ne dice che tu anchora hay presso ti alcune pancere et arme soe, que furono retenute fin quando retornÚ da Melzo per andare in cremonese. Pertanto volimo che, subito recevuta questa, remosa omni cagione, gli restituissi omni cossa del suo. Et non manchi. Laude, die xiiii augusti 1450.
Cichus.


(1) Non identificato (carica segnalata da SANTORO, Gli uffici, p. 450, con inizio 1475 gennaio 1).