Registro n. 2 precedente | 862 di 1791 | successivo

862. Francesco Sforza al Regolatore e ai Maestri delle entrate 1450 novembre 18 Milano

Francesco Sforza precisa al Regolatore e ai Maestri delle entrate come deve essere intesa la disposizione a favore di Pietro Caimi.

Domini Regulator et Magistri intratarum. Vole el nostro illustrissimo signor che quella littera qual ve scrisse ali dý passati la sua excelentia per la excelentia de Petro Caymo, de misser Bernardo, vaglie et habia quella substancia et quello effecto che hanno quelle del'altri zentil homini che sono notati sulo quaderneto et como se essa littera fose data giÓ dui mesi fa. Servate adoncha questa tal mente del nostro illustrissimo servitore. Mediolani, die xviii novembris 1450.
Cichus.