Registro n. 2 precedente | 926 di 1791 | successivo

926. Francesco Sforza ad Antonio Rossi 1450 novembre 21 Milano

Francesco Sforza vuole che Antonio Rossi, podestÓ di Sale, raccolga il giuramento di fedeltÓ degli uomini d'arme di Ferraguto e la promessa che non partiranno a insaputa del duca.

Potestati Salarum (1).
Per tue littere restiamo advisati de quanto hay agitato et facto per quello te ha riferito Gandolfo, nostro fameglio, et de tutto te commendiamo nÚ accade a dire altro circha de ci˛, se no che debbe tore el zuramento de fidelitÓ da quelli homini d'arme de Feraguto et promessa da loro de non partirse de lý senza saputa nostra, provedendogli interim a modo usato. Mediolani, xxi novembris MCCCCL.
Cichus.


(1) Identificato come Antonio Rossi (cfr. SANTORO, Gli uffici, p. 370).