Busto di fanciulla

Martini, Arturo

Busto di fanciulla

Descrizione

Identificazione: busto femminile

Autore: Martini, Arturo (1889/ 1947), esecutore

Cronologia: post 1921

Tipologia: scultura

Materia e tecnica: gesso/ scultura

Misure: 50 cm x 31 cm x 63 cm (intero)

Notizie storico-critiche: Il Busto di fanciulla documenta esemplarmente l'interesse di Martini per la ritrattistica scultorea del quattrocento italiano, come testimoniano l'impostazione frontale del mezzobusto e le pieghe a cannoncino della veste accollata, stretta dall'ampio bavero. L'espressione bloccata del volto è determinata dagli occhi vuoti e dalla bocca socchiusa, nella quale Martini vedeva una delle proprie cifre stilistiche: "Ognuno trova l'appagamento (la propria sospensione espressiva) in un gesto, loro [gli etruschi] la trovano nel sorriso, gli egizi la trovano negli occhi: la statua che guarda l'infinito. La mia sospensione espressiva sta nella bocca aperta, una specie di mira, perché io credo alla soffocazione" (citato in Fagiolo dell'Arco 1988, p. 148). L'opera è una delle principali testimonianze dell'adesione di Martini al gruppo di "Valori Plastici"; l'artista ne consegnò infatti una copia in terracotta a Mario Girardon, socio di Mario Broglio. Dell'opera esistono sei esemplari in bronzo realizzati nel 1989 dal gesso originale sulla base del contratto del 1923 con Arnolfo Becchini.

Collocazione

Milano (MI), Museo Villa Necchi Campiglio

Credits

Compilatore: Cresseri, Marco (2009)

Funzionario responsabile: Dina Borromeo, Lucia; Maderna, Valentina

Ultima modifica scheda: 04/01/2018

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)