Ritratto di Angelo De Vincenti

Valori Romano

Ritratto di Angelo De Vincenti

Descrizione

Autore: Valori Romano (1886/ 1918)

Cronologia: post 1914

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su tela

Misure: 101 cm x 130 cm

Notizie storico-critiche: Angelo De Vincenti, noto medico neuropatologo, morì a Milano il 5 marzo 1913. Con testamento olografo del 30 ottobre 1912, divise i propri beni fra diversi istituti pedagogici, riservando all'Ospedale Maggiore un legato di 45.000 lire. Nonostante la quota non raggiungesse il minimo stabilito per l'onoranza del ritratto, il Consiglio Ospedaliero volle ugualmente che l'illustre medico figurasse nella Quadreria della Ca' Granda per i suoi meriti nel campo della medicina. Con delibera del 16 maggio 1914 venne incaricato dell'esecuzione del ritratto Romano Valori, che il 28 novembre dello stesso anno consegnò il dipinto ultimato.
L'opera è un buon esempio della ritrattistica del Valori, all'epoca insegnante presso l'Accademia di Brera e considerato dalla critica uno dei giovani aritsti più promettenti. Il dipinto è caratterizzato da toni caldi e soffusi, valorizzati dalla tecnica divisionista, ad eccezione del volto del benefattore che, per evidenziarne la fisionomia, è realizzato con pennellate corpose e precise. Valori aveva fatto domanda di eseguire un ritratto il 26 febbraio 1912.

Collocazione

Milano (MI), Raccolte d'Arte dell'Ospedale Maggiore

Credits

Compilatore: Pola, Francesca (2005)

Funzionario responsabile: Galimberti, Paolo M.

Ultima modifica scheda: 14/08/2013