Ritratto di Erasmo Pasini

Bosone Majocchi Eugenia

Ritratto di Erasmo Pasini

Descrizione

Autore: Bosone Majocchi Eugenia (1890/ 1971)

Cronologia: post 1934

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su tela

Misure: 120 cm x 200 cm

Notizie storico-critiche: Erasmo Pasini, industriale nel campo della concia, morì a 60 anni il 29 ottobre 1919. La moglie, Ester Bazzoni, morendo nel 1933, elargì all'Ospedale Maggiore una somma, anche in memoria del marito defunto precedentemente. lI 30 gennaio 1934 la Commissione Artistica affidò alla Bosone Majocchi, artista espressamente indicata dalla famiglia Pasini, il ritratto di Ester Bazzoni; tuttavia, il 30 maggio successivo per desiderio degli eredi Pasini, l'incarico venne trasferito a Salvatore Corvaya (cfr. inv. 542), mentre alla pittrice venne assegnato quello di Erasmo Pasini, già in precedenza affidato a Carlo Prada. Il dipinto ultimato venne approvato il 18 dicembre 1934.
La pittrice, già allieva di Camillo Rapetti e Riccardo Galli, si affermò soprattutto per le sue qualità di pastellista sensibile e delicata, ma riuscì anche nell'olio, come dimostra il ritratto Pasini. La pennellata, morbida e descrittiva, rende con sicurezza e precisione la fisionomia del benefattore, di cui risalta specialmente l'espressione del volto, soffuso di bonomia.

Collocazione

Milano (MI), Raccolte d'Arte dell'Ospedale Maggiore

Credits

Compilatore: Pola, Francesca (2005)

Funzionario responsabile: Galimberti, Paolo M.

Ultima modifica scheda: 28/05/2019