Sezione della villa di delizie Liechtenstein a Rossau presso Vienna

Fischer von Erlach, Johann Bernhard

Sezione della villa di delizie Liechtenstein a Rossau  presso Vienna

Descrizione

Autore: Fischer von Erlach, Johann Bernhard (1656-1723)

Cronologia: 1688

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: carta/ bistro a penna/ inchiostro a penna/ grafite/ acquerello

Misure: 529 mm x 422 mm

Descrizione: disegno in scala, conserva tracce della preliminare costruzione a grafite; è eseguito a bistro, principalmente con tiralinee e compasso, a mano libera nelle parti ornamentali, le murature in sezione sono acquerellate colore rosa, gli sfondati colore grigio chiaro, le ombreggiature grigio scuro, leggera acquerellatura a bistro e inchiostro bruno a pennello degli ornamenti; il disegno è tracciato su carta chiara leggermente imbrunita e presenta una marginatura incompleta a inchiostro bruno a penna

Notizie storico-critiche: II disegno rappresenta la sezione della cosiddetta "Lustgebäude milanese", ossia villa da diporto che Johann Bernard Fischer von Erlach progettò per il principe Johann Adam Andreas Liechtenstein e che è così chiamata perché i suoi disegni furono rinvenuti all'interno del lascito di Martinelli conservato a Milano. Tra questi, oltre a un dettaglio centrale della facciata (Milano, Collezione Sardini Martinelli inv. 9,25), una scenografica vista prospettica (Milano, Milano, Collezione Sardini Martinelli inv. 9,33), alla cui scheda si rimanda per le informazioni relative al progetto generale.
La sezione mostra al piano terreno, al di là del porticato, un ambiente interno a "grotta", che corrode quasi il solaio del piano superiore su cui è impostata la sala centrale molto alta, coperta da una volta ribassata decorata da stucchi. Intorno alla sala, scandita da colonne binate unite da alti basamenti staccati dalle pareti, corre una balaustra sovrastata da statue che si affaccia sull'ambiente centrale. Le porte tra le colonne sono incorniciate e portano alla sommità timpani spezzati da medaglioni centrali, che sembrano appesi ai festoni di rami vegetali che si sviluppano da una campata all'altra sotto la cornice e sostenuti dai putti distesi sulla curvatura dei timpani stessi.
Anche le aperture al piano della balaustra sono riccamente decorate e unite tra loro dai festoni vegetali.
Al primo piano si accede dalla scalinata esterna, che presenta sul fianco due nicchie con statue ed è delimitata da una balaustra con vasi riproposta nel balcone sopra il porticato. Altre statue si elevano sul coronamento della copertura piana che include al suo interno la volta ribassata della sala interna.

Collocazione

Milano (MI), Raccolte Grafiche e Fotografiche del Castello Sforzesco. Gabinetto dei Disegni

Credits

Compilatore: Caspani, Licia Anna (2007)

Funzionario responsabile: Dallaj, Arnalda; Scotti, Aurora

Ultima modifica scheda: 30/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)