Angeli con i simboli della Passione

ambito centro italiano

Angeli con i simboli della Passione

Descrizione

Ambito culturale: ambito centro italiano

Cronologia: 1575 - 1599

Tipologia: disegno

Materia e tecnica: carta/ stilo/ inchiostro a penna/ matita nera

Misure: 226 mm x 206 mm

Descrizione: disegno eseguito a mano libera a stilo e inchiostro bruno a penna; quadrettatura a matita nera ; il supporto, decurtato in basso a sinistra, è carta avorio

Notizie storico-critiche: Nell'"Indice" del tomo nel quale il marchese Giacomo Sardini lo aveva rilegato, il disegno viene definito: "Ornati del med.° [leggi: Giovanni da Udine]". Il foglio è strettamente connesso al n. inv. 8,54 verticale1, al centro del quale è stato arbitrariamente sistemato praticando un'apertura circolare nel disegno, un montaggio forse risalente all'epoca dell'acquisizione da parte del collezionisa lucchese. Se il foglio che lo incornicia, ornato con una trama di esili arabeschi, appare databile per ragioni stilistiche allo scorcio del Settecento, per quello in esame - che presenta una quadrettatura tracciata, come di consueto, per agevolare il processo di trasposizione pittorica indicando di appartenere a una fase già molto avanzata dell'elaborazione progettuale - sembra più appropriata una collocazione cronologica sul finire del Cinquecento. Tale proposta è supportata dalla tipologia fisionomica degli angeli, resi con un segno incisivo e non particolarmente fluido, come dai caratteri grafici con cui è stata redatta l'iscrizione "Gloria in ecelsis" sul cartiglio retto dai putti, che sembrano affacciarsi da un balcone di nubi guardando verso il basso. Risale verosimilmente al 1794 il viaggio compiuto dal marchese Sardini a Firenze, Bologna, Modena e Parma, di cui rimane un breve resoconto manoscritto nell'Archivio di Stato di Lucca (Sardini 48, I fascicolo), di recente pubblicato integralmente, durante il quale il collezionista non mancò di effettuare alcuni acquisti di disegni per accrescere la propria raccolta. Dal taccuino di viaggio si apprende che in data 26 luglio il Sardini acquista a Bologna "quattro disegni di Paolo Dardani e una testa di Donato Creti, ed un disegno di putti" (S. Caccia, E. Pellegrini, Nobile viaggiare. Luoghi, uomini e cose nel taccuino di Giacomo Sardini, Edizioni ETS, Pisa 2008, p. 33). Per quest'ultimo si può proporre, seppure tentativamente, un'identificazione con il foglio in esame.

Collocazione

Milano (MI), Raccolte Grafiche e Fotografiche del Castello Sforzesco. Gabinetto dei Disegni

Credits

Compilatore: Betti, Paola (2009)

Funzionario responsabile: Dallaj, Arnalda; Scotti, Aurora

Ultima modifica scheda: 30/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)