Tappeto

manifattura persiana

Tappeto

Descrizione

Ambito culturale: manifattura persiana

Cronologia: post 1800 - ante 1899

Tipologia: tessuti

Materia e tecnica: lana

Misure: 115 cm x 170 cm

Descrizione: Il campo del tappeto è interamente decorato da file parallele di boteh djegghe (la versione più conforme al disegno classico tra quante adottate dai nomadi) che mantengono la stessa direzione. La cornice è costituita da una fascia centrale decorata da strisce diagonali a colori alterni. L'impianto decorativo del manufatto non è ben visibile a causa del cattivo stato di conservazione.
Ordito: lana; Trama: lana; Pelo: lana; Nodo: asimmetrico; Densità: 2000 nodi al dm2 ca.

Notizie storico-critiche: Seppur con le dovute cautele dovute a una cattiva conservazione, questo manufatto potrebbe appartenere al gruppo di tappeti prodotti dai Qashqai o Afshari e provenienti dall'area a sud di Kirman, nella Persia meridionale. I manufatti di questi gruppi tribali sono spesso caratterizzati dalla reiterazione degli stessi motivi e solo raramente presentano un medaglione centrale. I colori del campo più ricorrenti sono l'avorio e il rosso vivo. Gli annodatori, di origine persiana, elaborarono spesso il motivo a boteh e altri disegni in composizioni modulari tanto che molte volte questi tappeti sembrano più caucasici che persiani.

Collocazione

Milano (MI), Polo Arte Moderna e Contemporanea. Museo delle Culture

Credits

Compilatore: Cecutti, D. (2008)

Funzionario responsabile: Orsini, Carolina

Ultima modifica scheda: 14/01/2020

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)