Leone cinese

manifattura giapponese

Leone cinese

Descrizione

Ambito culturale: manifattura giapponese

Cronologia: ca. 1700 - ante 1867

Tipologia: arredi e suppellettili

Materia e tecnica: bronzo

Misure: 49 cm x 65 cm

Descrizione: Contenitore per acqua (chozubachi) di forma quasi sferica, posante su base a sezione circolare traforata; il pomello a forma di karashishi ("leone cinese"), le due anse a forma di testa di leone, mentre il rubinetto e a forma di drago (ryu). La zona superiore della sfera ornata da una serie di otto foglie lanceolate. L'oggetto stato realizzato con la tecnica della cera persa (chukin) con dettagli in rogata imono.

Notizie storico-critiche: Durante il periodo Edo (1615-1867) questo tipo di oggetto, in bronzo o in legno, veniva sistemato nel giardino delle residenze lussuose. In precedenza i chozubachi erano vasche in pietra, poste all'ingresso dei templi, dalle quali i fedeli prendevano acqua con un mestolo per lavare mani e bocca. I due ideogrammi di cui si compone il termine chozubachi significano rispettivamente "lavarsi le mani" e "tazza di grandi dimensioni".

Collocazione

Milano (MI), Polo Arte Moderna e Contemporanea. MUDEC Museo delle Culture - area ex Ansaldo

Credits

Compilatore: Morena, F. (2009)

Funzionario responsabile: Orsini C.

Ultima modifica scheda: 05/01/2018

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)