Il sanmartino (Trasloco)

Campi, Vincenzo

Il sanmartino (Trasloco)

Descrizione

Identificazione: Scena di vita campestre

Autore: Campi, Vincenzo (ante 1536/ 1591), pittore

Cronologia: post 1572

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: tela/ pittura a olio

Misure: 227 cm x 163 cm

Notizie storico-critiche: Alla morte di Vincenzo Campi il dipinto era rimasto proprietā della vedova Elena Luciani insieme ad altre quattro tele raffiguranti la Fruttivendola, i Pescivendoli, i Pollivendoli e la Cucina, come si evince dal testamento della donna conservato presso l'Archivio di Stato di Cremona. Nel 1623 alla morte della donna il gruppo di dipinti venne venduto da Angela Bianchi e Marta Capucci, sue conviventi ed esecutrici testamentarie, ai monaci del convento di San Sigismondo in Cremona.
Nel 1806 le tele vengono viste da Andrea Appiani, commissario delle Belle Arti, che scelse le quattro tele raffiguranti la Fruttivendola, i Pescivendoli, i Pollivendoli e la Cucina da inviare alla nascente Pinacoteca di Brera, mentre il San Martino, forse opportunamente nascosto, rimase a Cremona e pervenne alla Prefettura, dove rimase nascosto al pubblico, tanto che lo si credeva perduto. Nel 1996 venne invece ritrovato da Franco Paliaga su segnalazione di Gianni Toninelli.
Il dipinto riveste particolare importanza per le brillanti soluzioni compositive e per la raritā del soggetto che non trova precedenti in altre composizioni cinquecentesche nč italiane nč straniere.

Collezione: Collezioni del Museo Civico Ala Ponzone

Collocazione

Cremona (CR), Museo Civico Ala Ponzone

Credits

Compilatore: Miscioscia, Annunziata (2014)

Funzionario responsabile: Bondioni, Chiara

Ultima modifica scheda: 15/06/2015

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)