Distribuzione territoriale delle ville e loro rapporto col paesaggio

Nel corso dei secoli l’insediamento delle ville attorno al nucleo urbano di Milano si distribuisce secondo direttrici privilegiate in corrispondenza delle vie di comunicazione più importanti – le strade per Varese da una parte e per Bergamo dall’altra, e lungo la strada per Como – e lungo i canali navigabili, in zone di particolare pregio paesaggistico e climatico.

Le ville si situarono prevalentemente nel settore settentrionale dell’area più prossima al capoluogo lombardo. Nella bassa milanese, infatti, nonostante le terre fossero particolarmente ricche e produttive, non vi erano adeguate condizioni climatiche per le “delizie” della villa. I castelli sorti nella bassa a segnare il territorio verso Pavia, avevano risposto a precise necessità militari e difensive, ma mentre la necessità di presidiare un territorio implica l’impossibilità di scegliere a piacere dove collocare l’insediamento, la villa di delizia, quando non imposta dall’ubicazione del feudo o della tenuta agricola, consente una maggiore libertà , in particolar modo quando, come nel caso delle famiglie patrizie milanesi, i possedimenti sono numerosi e distribuiti su tutto il contado, così da offrire la concreta possibilità di collocarsi dove clima e paesaggio assicurino più dilettevoli soggiorni.

Numerose dimore gentilizie sorgono così lungo le sponde del naviglio Grande e del naviglio Martesana, importanti vie d’acqua che collegano la città con il Ticino e l’Adda, e quindi con i laghi Maggiore e di Como.

Altra fascia privilegiata dall’insediamento delle ville è quella della Brianza e del territorio attorno la fascia boscosa delle Groane, con particolare predilezione per le zone limitrofe al corso del Seveso e del Lambro.

Importanti famiglie aristocratiche milanesi si spingeranno anche più a nord, in una altra zona di notevoli qualità paesaggistiche e climatiche che è quella costituita dalle rive dei grandi laghi prealpini, dove sorgeranno alcuni degli esempi più rilevanti del panorama delle ville lombarde, come le dimore dei Borromeo nell’isola Bella e nell’isola Madre sul lago Maggiore.

Download