Prolunga per compasso

Prolunga per compasso

Descrizione

braccio rigido in ottone a sezione esagonale, con testa a sezione quadrata e parte finale munita di vite passante nell'incastro per il pennino

Funzione: allungare un compasso a punta mobile per tracciare circonferenze o archi a china.

Modalità d'uso: si incastra la testa della prolunga nell'impugnatura del compasso e si infila il pennino che viene fermato stringendo la vite.

Materia e tecnica: ottone

Misure: 10 cm

Collocazione

Villimpenta (MN), Collezione privata Francioli Carmen

Riferimenti bibliografici

Ronzon, L./ Sutera, S. (a cura di) "Quaderni del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. 2", Milano 2005

Brunetti R./ Rovida E. "La sezione "Disegno Tecnico" del Museo Lombardo di Storia dell'Agricoltura S. Angelo Lodigiano (Lodi)", S. Angelo Lodigiano 2006

Credits

Compilatore: Barozzi, Giancorrado (2008)

Funzionario responsabile: Bertolotti, Maurizio

Ultima modifica scheda: 28/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)