Regolo calcolatore per cemento armato

Sabatini, Washington

Regolo calcolatore per cemento armato

Descrizione

Regolo calcolatore di forma circolare posto sul piano superiore di una base in alluminio verniciata di nero. Il regolo costituisce il quadrante formato da otto corsoi ad anello, rappresentanti ognuno una variabile delle formule di calcolo, e da un anello esterno fisso, riportante una scala di valori di peso espressi in chilogrammi; su ogni corsoio sono segnati gli indici dei possibili valori della variabile. La manovella manovra i corsoi attraverso otto bottoni posti lungo il braccio. Sollevando un bottone, l'anello corrispondente rimane fermo. Sul lato anteriore č presente una finestrella scorrevole in vetro per la lettura dei risultati; a destra del binario sul quale scorre la finestrella č collocata una tabella di riferimento per i risultati. Sul fondo della regolo č posto un sostegno mobile per inclinare l'apparecchio.

Soggetto: PERSONAGGI: Sabatini, Washington; OGGETTI: regolo calcolatore per cementi armati; COSTRUZIONI: edificio

Funzione: Risoluzione di equazioni inerenti al calcolo per le costruzioni in cemento armato

Modalità d'uso: Attraverso i bottoni sul braccio della manovella, si porta ciascun corsoio in corrispondenza del valore assegnato alla variabile. Terminata l'impostazione di calcolo, si legge il risultato. Il calcolo viene ridotto ad una somma algebrica di spostamenti angolari

Notizie storiche: I regoli calcolatori erano, prima dell'avvento dell'elettronica, un popolare strumento per l'esecuzione di calcoli pių o meno complessi. Il loro funzionamento si basava sulle corrispondenze tra scale graduate; generalmente presentavano una forma lineare, ma per ottenere una graduazione delle scale pių lunga era utile disporle su una circonferenza. Questo esemplare, ideato appositamente per la risoluzione di calcoli legati alle costruzioni in cemento armato, permetteva di semplificare enormemente i laboriosi calcoli preliminari ad ogni opera architettonica: mostrando direttamente il risultato dei calcoli, permetteva anche di considerare immediatamente la variazione dei risultati stessi in relazione alla diversa impostazione delle variabili, evitando cosė che l'erezione delle costruzioni si basasse essenzialmente sulla pratica personale acquisita dai tecnici.

Autore: Sabatini, Washington (inventore) (notizie 1923-1966)

Datazione: 1939

Materia e tecnica: alluminio; vetro

Categoria: industria, manifattura, artigianato

Misure: 29 cm x 28 cm x 18,5 cm

Collocazione

Milano (MI), Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia "Leonardo da Vinci"

Riferimenti bibliografici

Soresini F. "Storia del calcolo automatico", Roma 1977, v. III pp. 22-25

Credits

Compilatore: Meroni, Luca (2008)

Funzionario responsabile: Ronzon, Laura; Sutera, Salvatore

Ultima modifica scheda: 17/12/2014

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)