Raccolta d'arte della Galleria Comunale d'Arte dei Musei Civici

Definizione: raccolta

Tipologia: istituzionale

Istituto di conservazione: Musei Civici di Lecco, Lecco (LC)

Consistenza

La raccolta costituita da circa 400 dipinti e 2000 incisioni.

Notizie storico critiche

Posta al piano nobile di Villa Manzoni, la Galleria Comunale d'Arte espone al pubblico una selezione di opere incluse nelle collezioni artistiche dei Musei Civici. Il percorso strutturato per ambiti tematici e periodi cronologici Recentemente, in un'ottica di razionalizzazione dell'allestimento, la collezione di arte contemporanea stata trasferita nella nuova sede del Palazzo delle Paure. Si pertanto reso necessario procedere a una nuova articolazione degli spazi della Galleria. Il nuovo allestimento permette, dunque, di seguire pi organicamente l'evoluzione dell'arte nel territorio lecchese tra il XVIII e il XX secolo (fino agli anni Trenta) e, nel contempo, di valorizzare le opere recentemente giunte al Museo attraverso importanti donazioni. Tra queste: il "Ritratto di Lucia Stoppani" di Giovanni Battista Todeschini, pervenuto ai Musei grazie alla donazione delle Gallerie Commerciali Bennet, Centro Meridiana di Lecco, "La mia Famiglia" di Orlando Sora (1903-1981), donata dalla figlia dell'artista, il nucleo di dipinti dei paesaggisti lecchesi Carlo (1842-1908) e Luigi Pizzi (1882-1947), ceduto da un discendente della famiglia, Angelo Pizzi, e il calco in gesso del "Marsia scorticato" di Giuseppe Mazzoleni (1908-1940), offerto da Giuseppe Kramer Badoni.
Grande spazio, come nel precedente allestimento, riservato al paesaggio dell'Ottocento, attraverso interessanti dipinti che propongono immagini lecchesi di Massimo Taparelli d'Azeglio (1798-1866), genero di Alessandro Manzoni, Carlo Pizzi e Giovan Battista Todeschini (1857 - 1938). Il paesaggio lecchese del Novecento invece rappresentato dalle opere premiate alla IV Quinquennale di Lecco (Donato Frisia, Raffaele De Grada, Ugo Bernasconi, Angelo Del Bon, Cesare Breviglieri, Umberto Lilloni, Orlando Sora) e da 'La forgiatura' di Arturo Colombo. Queste opere, collocate nella VII sala, hanno sostituito la collezione di arte contemporanea trasferite nel 2012 nella nuova sede del Palazzo delle Paure.
Nella sala VIII accolta una collezione di pizzi dell'800 e dei primi del '900 donata dai club di servizio cittadini Inner Wheel e Soroptimist.
I depositi della Galleria d'Arte conservano l'altra met circa dei beni che compongono le raccolte. Essi comprendono un'importante collezione di stampe, incisioni e acqueforti risalenti al XVIII- XIX secolo con soggetti di vario genere (paesaggio lecchese, soggetti manzoniani, mitologici e sacri), una preziosa serie di incisioni riproducenti "I Fasti di Napoleone" di Andrea Appiani, numerose vedute di Venezia di Luca Carlevarijs e la raccolta dell'intera opera grafica di Giansisito Gasparini, donata dall'autore nel 2012. Il restante patrimonio, conservato nei depositi, costituito da dipinti, per lo pi oli su tela e alcune tempere provenienti da lasciti privati risalenti al XVII e XIX secolo, realizzati in ambito locale e lombardo (milanese, bergamasco, bresciano), tra i quali meritano segnalazione i dipinti raffiguranti il paesaggio lecchese e l'iconografia manzoniana.
Per quanto concerne la fotografia, al corpus inziale pervenuto al museo dalle origini agli anni Trenta del Novecento, riguardante il paesaggio lecchese, si sono aggiunte numerose donazioni dagli anni Novanta ad oggi, quali il fondo Giuseppe Pessina (fotoreporter italiano durante la Prima Guerra Mondiale) comprendente numerose lastre in vetro e stampe fotografiche, relative alla guerra, al territorio lecchese e alle pi importanti gare ciclistiche e automobilistiche dai primi del Novecento agli anni Trenta. Si segnalano, inoltre, la donazione del fondo dell'ex Azienda Autonoma Soggiorno e Turismo di Lecco, per lo pi lastre in vetro che riprendono il nostro territorio, e quella dell' E.L.M.A (Ente Lecchese Manifestazioni ) che ha regalato tutto il suo archivio, comprendente numerosi album fotografici sui cortei manzoniani e le iniziative organizzate a Lecco dall'ente.