Sinone e i Troiani

Ghisi Giorgio; Scultori Giovanni Battista

Sinone e i Troiani

Descrizione

Autore: Ghisi Giorgio (1520/ 1582), incisore; Scultori Giovanni Battista (1503/ 1575), inventore

Cronologia: ca. 1546 - ca. 1550

Oggetto: stampa smarginata

Soggetto: letteratura

Materia e tecnica: bulino

Misure: 475 mm. x 363 mm. (Parte incisa)

Notizie storico-critiche: Come afferma Bellini (1998, pp. 52-54 n. 8) questa stampa Ŕ stata a lungo creduta opera di G.B. Scultori, forse perchŔ la firma del Ghisi, nascosta nell'ombra, risulta poco visibile, ma anche per la vicinanza allo stile proprio di quell'artista. Invece lo Scultori Ŕ solo l'inventore della composizione, che presenta anche soluzioni tratte da G. Romano. Vari elementi quali la complessitÓ della composizione, le dimensioni notevoli della lastra, lo stile pi¨ maturo ed attento al disegno e alla costruzione prospettica inducono a datare quest'opera agli ultimi anni del periodo mantovano o al periodo romano. L'aggettivo "mantuanus" che accompagna i nomi sia del Ghisi che dello Scultori, testimonia che l'opera Ŕ stata concepita per il mercato romano. Il soggetto Ŕ tratto dall'Eneide (II, 55 ss.) e si riferisce all'inganno ordito dai Greci per ingannare i Troiani e messo in pratica da Sinone.

Collezione: Fondo Calcografico Antico e Moderno della Fondazione Biblioteca Morcelli-Pinacoteca Repossi

Collocazione

Chiari (BS), Pinacoteca Repossi

Credits

Compilatore: Brambilla, Lia (2003); Scorsetti, Monica (2003)

Funzionario responsabile: Belotti, Ione

Ultima modifica scheda: 28/05/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)