Admiranda romanarum antiquitatum ac veteris sculpturae vestigia

Bartoli Pietro Santi

Admiranda romanarum antiquitatum ac veteris sculpturae vestigia

Descrizione

Identificazione: Gallieno parte per l'Oriente

Autore: Bartoli Pietro Santi (1635 ca./ 1700), incisore

Cronologia: 1693

Oggetto: stampa

Soggetto: archeologia

Materia e tecnica: acquaforte; puntinato

Misure: 411 mm x 217 mm (lastra)

Misure: 409 mm x 206 mm (Parte incisa)

Notizie storico-critiche: Questa stampa costituisce la tav. 22 dell'opera "Admiranda romanarum antiquitatum ac veteris sculpturae vestigia anaglyphico opere elaborata ex marmoreis exemplaribus quae Romae adhuc extant in Capitolio aedibus hortisque virorum principum ad antiquam elegantiam a Petro Sancti Bartolo delineata incisa in quibus plurima ac praeclarissima ad romanam historiam ac veteres mores dignoscendos ob oculos ponuntur, notis Io. Petri Bellorii illustrata" costituita da n. 84 tavole (la tav. 1 Ŕ il frontespizio; la tav. 2 contiene la dedica), in cui sono riprodotte opere scultoree dell'antica Roma conservate in varie localitÓ dell'Urbe. Nel foglio qui catalogato Ŕ riprodotto un bassorilievo conservato nel cortile di Palazzo Mattei di Giove a Roma, accanto alla Chiesa di S. Caterina dei Funari. La raccolta di stampe, incise da Pietro Santi Bartoli e commentate da Giovanni Pietro Bellori, antiquario e storico dell'arte, Ŕ nota in un'altra edizione non datata, anch'essa pubblicata a Roma da Domenico De Rossi; tale prima edizione Ŕ costituita da n. 81 tavole e presenta un titolo leggermente diverso.

Collocazione

Bergamo (BG), Accademia Carrara. Gabinetto Disegni e Stampe

Credits

Compilatore: Scorsetti, Monica (2005)

Funzionario responsabile: Valagussa, Giovanni

Ultima modifica scheda: 17/12/2019

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)