Willow pattern

SocietÓ Ceramica Italiana Laveno

Willow pattern

Descrizione

Identificazione: Paesaggio orientale con ponte sul fiume, pagode e un salice

Autore: SocietÓ Ceramica Italiana Laveno (1856/ 1965)

Cronologia: 1890 - 1910

Oggetto: matrice

Soggetto: paesaggio

Materia e tecnica: bulino; ferro acciaiato

Misure: 278 mm. x 288 mm.

Notizie storico-critiche: Questo famosissimo decoro, denominato "willow pattern" (motivo del salice), fu disegnato da Thomas Minton nel 1790 circa sulla base di un antico decoro cinese detto "Mandarino" e da quel momento ebbe una larga diffusione per un secolo e mezzo e oltre, copiato dalle principali manifatture europee e realizzato nei colori blu (il pi¨ frequente), rosa, verde o marrone. In particolare sembra che il presente disegno segua fedelmente il modello della manifattura inglese Spode: i suoi elementi caratterizzanti sono il ponte con tre cinesi che lo attraversano, il salice, la barca, una casa da thŔ principale, due uccelli e un recinto di un giardino in primo piano. Motivi geometrici a losanghe, cerchi e linee spezzate caratterizzano le due fasce sulla tesa e sul bordo del cavetto. La lastra, databile tra la fine del XIX secolo e l'inizio del successivo, era utilizzata per la "decorazione a stampa" su ceramica mediante decalcomania, secondo una tecnica utilizzata a partire dal secondo Settecento dalle manifattura francesi e inglesi e importata in Italia verso il 1820. La lastra in oggetto era destinata all'ornamentazione di un piatto. "La terraglia ottocentesca di Laveno non era inglese ma doveva apparirlo " (R. Ausenda, p. 32).

Collocazione

Laveno-Mombello (VA), Museo Internazionale Design Ceramico - Civica Raccolta di Terraglia

Credits

Compilatore: Reggiori Albino (1995); Sangermano Nesta (1995)

Funzionario responsabile: Lenardon, Marisa

Ultima modifica scheda: 02/12/2014

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)