‹ precedente | 1 di 3 | successivo ›

Palazzo Besta

Teglio (SO)

Indirizzo: Via Besta, 1 (Nel centro abitato, distinguibile dal contesto) - Teglio (SO)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: palazzo

Configurazione strutturale: L'edificio ha tre piani fuori terra che si articolano intorno ad un cortile quadrato con due ordini di logge. La facciata principale fiancheggia la strada di accesso al paese. ╚ divisa in due piani da un'alta fascia decorata a rombi. Le finestre di dimensioni variabili, sono sormontate da timpani triangolari, al centro dei quali sono dipinti tondi con profili di uomini illustri. Nelle lunette del sottogronda sono affrescati gli stemmi di alcune importanti famiglie telline. Si accede all'androne voltato da un ampio portale cinquecentesco in marmo bianco, non centrato, ma posto in prossimitÓ dello spigolo meridionale. Il cortile quadrato Ŕ il vero cuore della casa. Una fascia decorata a grottesche e medaglioni che racchiudono i ritratti di personaggi abbigliati all'antica, in cui molti vogliono riconoscere i ritratti dei Besta, separa i primi due piani. Sul muro del secondo piano sono affrescate a monocromo storie dall'Eneide.

Epoca di costruzione: 1490 - 1508

Autori: Perrone, Luigi, rifacimento; Beltrami, Luca, rifacimento

Uso attuale: corpo principale: museo

Uso storico: cantine: cantina vinicola; intero bene: difensivo; intero bene: abitazione gentilizia; intero bene: abitazione collettiva rurale

Condizione giuridica: proprietÓ Stato

Accessibilità: Apertura palazzo dal martedi al sabato:
invernale: 01/04-30/09 ore 08.00-14.00
estivo: 01/10-31/03 ore 08.00-13.00 e 14.00-17.00
Domenica/lunedì alternati

Informazioni:
Palazzo Besta e Museo Archeologico tel. 0342.781208, servizio attivo dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00

Credits

Compilazione: Tonali, M.E. (2001)

Aggiornamento: Ribaudo, Robert (2009); Ballarino, Elena (2014)

Fotografie: Bonetti, Luca

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).