Casa Federici in Via Umberto I, 37

Darfo Boario Terme (BS)

Indirizzo: Via Umberto I, 37 (Nel centro abitato, distinguibile dal contesto) - Darfo Boario Terme (BS)

Tipologia generale: architettura per la residenza, il terziario e i servizi

Tipologia specifica: palazzo

Configurazione strutturale: Casa a 3 piani con facciata sul lato nord, simmetrica, con un grande stemma dei Federici dipinto. Il portale al centro, con conci lisci in arenaria rossa ha 2 mascheroni e 2 porte ai lati, una architravata e l'altra ad arco ribassato. Verso nord-ovest, perpendicolare al principale, c'Ŕ un corpo pi¨ basso in pietra con porta architravata sormontata da sopraluce e ampia scala d'accesso dal cortile agli scantinati e all'orto. Il lato verso il cortile del corpo principale ha una falda del tetto molto sporgente. Al piano terra appoggiato all'edificio retrostante, c'Ŕ un portico di 3 arcate su colonne tuscaniche in pietra simona abbinate, che sorregge un terrazzo a cui si accede dalla scala a giorno posta all'estremitÓ orientale. Il portico Ŕ di 2 campate: a botte quella sulle colonne, a crocera quella interna. Al piano superiore c'Ŕ un loggiato architravato, chiuso col recente restauro.

Uso attuale: corpo principale: abitazione; corpo secondario: cantina e taverna/palestra/soffitta

Uso storico: corpo principale: abitazione; corpo principale: asilo, orarorio, abitazione curato; corpo principale: abitazione; corpo secondario: stalla e fienile

Condizione giuridica: proprietÓ privata

Riferimenti bibliografici

Bertolini A./Panazza G., Arte in Val Camonica - Monumenti e opere, Brescia 1984, v. II pp. 393-400 v. II ff. 623-638

Sigala A., Darfo Boario Terme, Brescia 1985, pp. 81-84

Pedersoli G. S./ Ricardi M., Guida di Val Camonica e valli confluenti, Gianico 1998, p. 464

Credits

Compilazione: Arrighini M. (2003)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).