« LombardiaBeniCulturali
Sei in: Opere

Casa Bassetti
Azzate (VA)

Indirizzo: Via Ugo Foscolo 29 - Azzate (VA) (vedi mappa)

Tipologia: architettura per la residenza, il terziario e i servizi; villa

Caratteri costruttivi:

  • strutture: pilastri in cemento armato a vista; muratura portante in mattoni
  • facciata: intonaco bianco
  • coperture: piana a giardino pensile (versante sud); a spioventi in lastre di rame (versante a nord)
  • serramenti: in legno pitch-pine naturale

Cronologia:

  • progettazione: 1960 - 1961
  • esecuzione: 1961 - 1962
  • data di riferimento: 1960 - 1962

Committenza: Famiglia Bassetti

Autori:

Uso: abitazione

Condizione giuridica: proprietà privata

Descrizione

La villa Bassetti sorge su un terreno scosceso, nei pressi di un pendio terrazzato rivolto al Lago di Varese. Ha una planimetria complessa, frutto del tentativo di assecondare l'andamento del suolo, e si sviluppa in tre nuclei funzionali. L'accesso alla zona giorno di rappresentanza avviene mediante un portico d'ingresso posto sul lato nord-est che, attraverso una gradonata, immette all'ambiente principale della casa costituito dal soggiorno. Da qui parte una scalinata che arriva a un primo piano intermedio, destinato a studio e camere degli ospiti, e poi al livello più alto, occupato dalla camera da letto padronale affacciata sul soggiorno che è abbellito da un disegno tracciato da Renato Guttuso su uno sfondo d'intonaco bianco. Alla quota del portico d'ingresso si colloca anche l'ala destinata ai servizi, con la cucina e la zona pranzo proiettate su un loggiato, solo in parte coperto. Il fronte nord-ovest è invece segnato da un volume a ventaglio, in cui sono alloggiate le camere dei figli, che vengono distribuite da un corpo scala indipendente e che sono aggregate intorno a una sala giochi comune. L'area dei ragazzi e il garage sono coperti da terrazze trattate a giardino pensile, mentre il resto della casa ha tetti spioventi rivestiti con lastre di rame. La distribuzione interna della casa ha subito pesanti modifiche, attuate per ricavarvi quattro appartamenti autonomi.

Notizie storiche

L'edificio di Azzate s'inserisce - con le ville a Ello, Carimate e Barzana - in una ricerca dell'abitare contemporaneo considerata "la testa di ponte di una "palladianizzazione" modernista del tradizionale paesaggio di villeggiatura dell'aristocrazia lombarda. Informali country houses di una upper class che ha imparato ad apprezzare l'industrial design come nuova forma di collezionismo d'autore, negli anni Sessanta le architetture di Magistretti sostengono il disinvolto revival di un abitare nella natura, proponendo non singoli "oggetti" ma sofisticati quadri ambientali di cui è parte integrante il progetto del verde" (Irace, 1999, p.23).

Opere d'arte

  • disegno su intonaco (soggiorno, parete)

Fonti archivistiche

Fondo Giorgio Casali. Università IUAV Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Archivio Progetti - scheda fondo vedi »

Archivio Vico Magistretti. Fondazione Vico Magistretti, Milano - scheda fondo vedi »

Archivio Vico Magistretti. Fondazione Vico Magistretti, Milano - sito vedi »

Archivio Ufficio Tecnico del Comune, Azzate (VA)

Bibliografia

Ponti G., Domus, Una casa di Magistretti in collina, Milano 1963, n. 409, pp. 17-30

Abitare, Residenza in campagna sopra Varese, Milano 1964, pp. 11-17

Aloi R., Ville d'oggi, Milano 1964, pp. 9-18

Dal Lago A., Arredamento moderno, Milano 1966, pp. 116-118

Ville e giardini, Ville di Vico Magistretti, Milano 1982, n. 12, pp. 18-25

Crespi L./ Del Corso A., Un secolo di architettura a Varese, Firenze 1990, pp. 120-121

Bianchi R., La mia casa, I tre volti di Magistretti, Milano 1991

Pasca V., Vico Magistretti. L'eleganza della ragione, Milano 1991, pp. 44-45

Irace F./ Pasca V., Vico Magistretti, architetto e designer, Milano 1999, p. 62

Credits

Compilatore: Leoni, Maria Manuela (2015)
Responsabile scientifico testi: Irace, Fulvio