« LombardiaBeniCulturali
Sei in: Opere

Museo Civico Parisi Valle
Maccagno (VA)

Indirizzo: Via Leopoldo Giampaolo 1 - Maccagno (VA) (vedi mappa)

Tipologia: architettura per la residenza, il terziario e i servizi; museo

Caratteri costruttivi:

  • strutture: cemento armato
  • facciata: cemento a vista
  • coperture: piana a terrazza praticabile, giardino pensile
  • serramenti: in alluminio, verniciato rosso

Cronologia:

  • progettazione: 1979
  • esecuzione: 1981 - 1998
  • data di riferimento: 1979 - 1998

Committenza: Comune di Maccagno

Autori:

Uso: museo

Condizione giuridica: proprietà Ente pubblico territoriale

Descrizione

L'edificio è un blocco a ponte costruito sopra le acque del fiume Giona, all'interno dell'omonimo parco, e ospita un museo intitolato a Giuseppe Vittorio Parisi e Wanda Valle che donarono al Comune la collezione raccolta nelle sale espositive. La soluzione adottata da Sacripanti e dai suoi collaboratori propone un frammentato volume edilizio, interamente realizzato in cemento armato a vista, che in numerosi punti si apre con squarci vetrati nei pavimenti, da cui è possibile cogliere la presenza dell'acqua del fiume che, dunque, diventa vero e proprio elemento progettuale. Grande attenzione è rivolta anche allo studio delle aperture verso il cielo, declinate in una vasta gamma di lucernai dalle svariate forme su cui spiccano arcate in vetro e piramidi base quadrata, agganciati a telai in acciaio rosso che riprendono il colore dei serramenti e animano le passeggiate sulla copertura piana, trattata a giardino. Una lunga finestra a nastro, inclinata, percorre la base della principale sala del museo, contribuendo a determinare una forte ombra che consente di leggere la presenza della piattaforma sospesa su cui poggia la costruzione, organizzata come percorso di collegamento - libero e indipendente dalle funzioni espositive - tra le due sponde del Giona.

Notizie storiche

Il museo ha avuto una lunghissima vicenda progettuale, con un cantiere rimasto aperto per oltre quindici anni e l'inaugurazione ufficiale avvenuta nel 1998 due anni dopo la scomparsa di Sacripanti. Riprende alcuni temi cari all'architetto romano, già proposti per un nuovo museo civico a Padova, vincitore di uno specifico concorso del 1968 ma mai realizzato: è infatti concepito come elemento generatore di un nuovo paesaggio ibrido, in cui ambiente naturale e costruito si raccordano attraverso l'attento studio di sezione arcuate che poi si dilatano tridimensionalmente nello spazio. Nel 1992 il "museo-ponte" ottenne il "Premio Nazionale IN/ARCH 1991-92 per un complesso edilizio direzionale, culturale e di servizio".

Fonti archivistiche

Fondo Sacripanti Maurizio, Accademia nazionale di San Luca, Roma - sito vedi »

Fondo Sacripanti Maurizio, Accademia nazionale di San Luca, Roma - scheda fondo vedi »

Archivio Ufficio Tecnico del Comune, Macacgno (VA)

Archivio Museo Parisi Valle, Maccagno (VA)

Bibliografia

Crespi L./ Del Corso A., Un secolo di architettura a Varese, Firenze 1990, pp. 170-172

Pedio R., L'architettura. Cronache e storia, 1991, n. 432, pp. 778-791

Serafini C., Aquapolis, Il museo ponte Parisi-Valle a Maccagno di Maurizio Sacripanti, Venezia 1998, dicembre, pp. 46-51

Giancotti A., Controspazio, Museo-ponte a Maccagno, Bari 1999, n. 4, pp. 66-69

Accossanto K./ Trentin L., Quaderni ANCE - Associazione Nazionale Costruttori Edili, Museo civico di Maccagno, Varese, 2001, marzo, pp. 4-15

Credits

Compilatore: Leoni, Maria Manuela (2015)
Responsabile scientifico testi: Irace, Fulvio