Tribunale militare regionale di Milano - Sezione autonoma di Brescia (1944 - 1945)

Altre denominazioni:
TRIBUNALE MILITARE REGIONALE DI GUERRA DI MILANO - SEZIONE AUTONOMA DI BRESCIA

Sede: Brescia

Tipologia ente: organo giudiziario

Condizione giuridica: pubblico

Progetto: Archivio di Stato di Milano: Anagrafe degli archivi (guida on-line)

Il decreto interministeriale 27 marzo 1944, n. 331, istituisce una Sezione autonoma del Tribunale militare regionale di Milano, con sede a Brescia e con giurisdizione sulle province di Brescia, Bergamo, Cremona, Mantova e Piacenza. Tale provvedimento stabilisce inoltre che la Sezione sia composta da: un presidente, avente grado di colonnello o di tenente colonnello con l'incarico del grado superiore; cinque giudici, dei quali almeno tre ufficiali superiori; un procuratore militare, avente grado di colonnello o di tenente colonnello con l'incarico dal grado superiore; quattro sostituti procuratori militari; due giudici relatori magistrati militari; un giudice istruttore. Con decreto interministeriale 30 aprile 1944, n. 599, la giurisdizione sulla provincia di Piacenza Ŕ assorbita dalla Sezione autonoma di San Remo del Tribunale militare regionale di Torino.
Il decreto legislativo del duce 31 agosto 1944, n. 621, all'art. 6, stabilisce che la Sezione autonoma di Brescia, relativamente all'esecuzione dei provvedimenti emessi da Tribunali militari di guerra soppressi, disciolti o aventi sede in territorio sottratto alla giurisdizione della Repubblica sociale italiana, acquisisce le attribuzioni che sono del giudice dell'esecuzione.
Il decreto legislativo del duce 31 agosto 1944, n. 622, stabilisce che alla Sezione autonoma di Brescia Ŕ assegnata la competenza del giudice dell'esecuzione, relativamente al compimento degli atti riguardanti giudizi giÓ definiti dai Tribunali aventi sede in localitÓ sottratte alla giurisdizione della Repubblica sociale italiana.
Con decreto legislativo del duce 18 dicembre 1944, n. 994, alla Sezione autonoma di Brescia Ŕ devoluta la competenza del Tribunale militare regionale di Bologna, limitatamente alle province di Reggio Emilia, Modena e Parma.
╚ soppressa dopo il 25 aprile 1945 ed i procedimenti, ed i relativi fascicoli, sono trasmessi al Tribunale militare territoriale di Milano.

Bibliografia
- PRINCIPII E LEGISLAZIONE DELLA REPUBBLICA SOCIALE = Principii e legislazione della Repubblica sociale italiana: annali del fascismo repubblicano: fonti storiche, politiche, legislative dal 12 settembre XXI all'11 settembre XXII, voll. I e II, Milano 1944
- VERBALI DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DELLA RSI = Verbali del Consiglio dei ministri della Repubblica sociale italiana: settembre 1943 - aprile 1945, voll. I e II, a cura di F. R. SCARDACCIONE, [Roma] 2002

Fonti
- decreto interministeriale (RSI) 27 marzo 1944, n. 331, "Istituzione del Tribunale militare con sede a Macerata ed una Sezione autonoma del Tribunale militare di Milano con sede a Brescia" (= d.int. 331/1944)
- decreto legislativo del duce (RSI) 31 agosto 1944, n. 621, "Modifiche all'ordinamento del Tribunale supremo militare ed alla legge penale militare" (= d.l. 621/1944)
- decreto interministeriale (RSI) 30 aprile 1944, n. 599, "Modifiche alla giurisdizione dei Tribunali militari regionali e relative Sezioni autonome" (= d.int. 599/1944)
- decreto legislativo del duce (RSI) 31 agosto 1944, n. 622, "Ampliamento della competenza del Tribunale militare regionale di Bologna" (= d.l. 622/1944)
- decreto legislativo del duce (RSI) 18 dicembre 1944, n. 994, "Devoluzione ai Tribunali militari regionali di Padova e di Milano della competenza spettante attualmente al Tribunale militare regionale di Bologna" (= d.l. 994/1944)

Compilatori
prima redazione: Marzulli Rocco, archivista (2005/02/16)