Congregazione di caritÓ di Blessagno (1862 - 1937)

Sede: Blessagno

Tipologia ente: ente di assistenza e beneficenza

Progetto: ComunitÓ Montana del Lario intelvese: Le carte delle comunitÓ tra il Lario ed il Ceresio

Per le informazioni essenziali di carattere istituzionale sulla congregazione di caritÓ si veda il profilo generale accessibile da questa scheda (link Collegamenti).
Dagli atti conservati nell'archivio della Congregazione di caritÓ e del Comune di Blessagno, risultano giÓ esistenti all'istituzione della Congregazione tre legati principali:
- il Legato Rapa sac. Giacomo, disposto con testamento del 20 novembre 1730, nei rogiti del notaio Inganni, ed affidato al vescovo pro tempore di Como (1), il cui scopo Ŕ la distribuzione di doti a favore di nubende povere parenti del testatore, il pagamento del salario per il maestro della scuola dei poveri e la celebrazione di uffici religiosi;
- il Legato Marianna Pinchetti, disposto con testamento del 5 agosto 1849 ed affidato ai discendenti della testatrice (2), il cui scopo Ŕ la celebrazione di uffici religiosi e l'erogazione di elemosine o l'attivazione di "altre opere pie, a piacimento dell'amministrazione di detto legato";
- il Legato Anna Maria Bonetti, disposto con testamento del 9 marzo 1859 ed affidato al parroco e alla fabbriceria di Sant'Abbondio di Blessagno, il cui scopo Ŕ l'elargizione di soccorso in denaro ai poveri e la celebrazione di uffici religiosi (3).
Se certa Ŕ la concentrazione dei legati Rapa e Bonetti, avvenuta nel 1899 a seguito del decreto reale del 17 aprile 1898, diverso Ŕ il destino del legato Pinchetti, la cui gestione appare proseguire autonomamente sin oltre gli anni '50 del secolo XX (anche se parte della documentazione contabile del legato Ŕ conservata con i conti della Congregazione).
Sebbene nell'archivio non sia stata rintracciata copia dello statuto organico della Congregazione di caritÓ di Blessagno, l'esistenza di uno specifico statuto si evince dal testo della deliberazione consiliare del 7 dicembre 1902, relativa alla fruizione di borse di studio conferite dal Legato Lanfranconi di Lanzo d'Intelvi.
- - - - - - - - - -
Note
1. Cfr. Direzione generale della Statistica, "Statistica delle opere pie al 31 dicembre 1880 e dei lasciti di beneficenza fatti nel quinquennio 1881-85. Lombardia", Roma, Tipografia nell'Ospizio di San Michele di Reggiani e soci, 1887, pag. 187.
2. Cfr. nota 1.
3. Cfr. nota 1.

Bibliografia
- Antoniella 1979

Compilatori
Quartieri Domenico, Archivista