Briglia

Briglia

Descrizione

Categoria: attività agro-silvo-pastorali

Tipologia: briglia

Materia e tecnica: ferro (stampo, curvatura); cuoio (taglio, cucitura, foratura); ottone (stampo)

Misure: 65 cm (intero)

Descrizione: Finimento equino costituito da strisce di cuoio unite tra loro e munite di fibbie alle quali è stato applicato un morso in ferro. Sono inoltre presenti due paraocchi in cuoio.

Notizie storico-critiche: G.B. Muzzi (2003, vol. I, p. 109) informa che il cavallo è un animale che facilmente s'adombra e s'imbizzarrisce; basta un gesto brusco o un improvviso rumore per renderlo nervoso. Alllo scopo di evitargli tali inconvenienti gli si metteva sul muso un finimento in parte simile alla cavezza, ma con alcuni elementi aggiuntivi. All'altezza di ogni occhio era cucito, alla fettuccia che scendeva dalla sommità della testa, uno schermo quadrato di cuoio per costringere la bestia a guardare avanti senza essere disturbata. Agganciato alla parte più bassa del finimento c'era il morso, che stava in bocca alla bestia.
Luigi Migliorati (2017) riferisce che il morso della briglia poteva essere sostituito.
Fonte di documentazione: 2/ 3

Collocazione

Mairano (BS), Museo della Civiltà Contadina "Dino Gregorio"

Credits

Compilazione: Gregorio, Michela (2017)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)