A riveder le stelle. Il riallestimento del MusAB, il Museo Astronomico di Brera

Grazie a un finanziamento Regione Lombardia, nell’ambito di una iniziativa volta al miglioramento dei luoghi della cultura, il MusAB vuole rispondere alla domanda “Cosa fa l’astronoma/o”?

“Osservare, scoprire, misurare, rappresentare, sono queste le operazioni che compiono gli astronomi; noi cercheremo di illustrarle con l’aiuto degli antichi strumenti della Specola di Brera.” Così si legge nella rinnovata pannellistica del Museo, curata da Elena Spadoni e Laura Barbalini, mentre il telescopio Gualtieri, il Magnetometro, Boscovich e Napoleone ci guidano in prima persona alla scoperta di questa straordinaria disciplina. Van Gogh, Shakespeare, Tomasi di Lampedusa fanno da cornice alla visita e ci conducono fino a Marte dove il ricco patrimonio archivistico dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Brera viene illustrato grazie alle riproduzioni digitali.

Nella rinnovata galleria espositiva non mancano le sorprese: perché dettagliatissime mappe geografiche sono parte del patrimonio storico degli astronomi? Perché gli astronomi scandivano l’ora dando il segnale di mezzo giorno alla società civile?
Ci accompagnano in questa visita gli autori dei testi del rinnovato museo, Agnese Mandrino, Fabrizio Bonoli, Ilaria Arosio e il conservatore del MusAB, Mario Carpino.

Presentazione del nuovo allestimento

Pubblicato: 15 marzo 2021 [Roberto Monelli]