La Cineteca apre al futuro

 

“Tempesta in un cranio” di Carlo Campogalliani, 1920

 

La Cineteca Milano,  diretta da Matteo Pavesi, pur offrendo una ricca programmazione online, non aspettava altro che rivedere il pubblico nelle sue sale. E non mancano le sorprese.

Nel palazzo in cui fino a maggio 2019 si trovava il Cinema Spazio Oberdan, mercoledì 5 maggio 2021 si inaugura la sala cinematografica di MEET, il centro internazionale di cultura digitale con il supporto di Fondazione Cariplo. Nell’ambito delle attività di ricerca sull’innovazione e nuovi linguaggi creativi che saranno svolte presso MEET, Cineteca Milano offrirà una programmazione autonoma dedicata al cinema contemporaneo in una sala ristrutturata e tecnologicamente rinnovata. Dopo 20 anni di attività, con oltre un milione di spettatori accolti, quasi 17 mila proiezioni effettuate, circa 8 mila film presentati e l’importante traguardo di essere diventato uno dei più importanti luoghi di cultura cinematografica a livello nazionale, Cineteca Milano MEET riparte con un progetto ambizioso che vedrà al centro il cinema europeo di qualità con film per la maggior parte in anteprima italiana esclusiva e in lingua originale con sottotitoli.

Mercoledì verrà proiettato il docufilm “Viaggio attraverso l’Europa in aeroplano”, restaurato da Cineteca Milano e musicato sperimentalmente da Davide Marchi: un avventuroso viaggio aereo da Londra a Costantinopoli, un caleidoscopico avvicendarsi di vedute di inizio secolo, tra paesaggi naturali e opere d’arte di grandi capitali europee.

Il programma della sala Cineteca Milano MEET.

 

Da venerdì 7 maggio riparte la programmazione di Cineteca Milano Metropolis a Paderno Dugnano. Protagonista sarà “Nomadland” di Chloé Zhao, che ha appena vinto agli Oscar 2021 i premi per miglior film, miglior regia e miglior attrice protagonista a Frances McDormand.

Il programma della sala Cineteca Milano Metropolis.

 

Da sabato 8 maggio riapre al pubblico anche Cineteca Milano MIC, in viale Fulvio Testi, con la sua sala cinematografica e il Museo Interattivo del Cinema, che dopo 10 anni dall’inaugurazione (2011), è stato ampliato e rinnovato nel suo allestimento. Il Museo offre nuovi spazi espositivi con percorsi sempre nuovi di avvicinamento al mondo del cinema e del suo linguaggio in continuo e rapido mutamento, in dialogo con le nuove tecnologie e le forme d’arte di tutti i tempi. Tra i film in programma,Tempesta in un cranio di Carlo Campogalliani, del 1920, un viaggio nei misteri della mente. Accompagnamento live a cura di Francesca Badalini (sabato 8 maggio) e di Antonio Zambrini (domenica 9 maggio). INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE ONLINE OBBLIGATORIA.

Alle esperienze interattive già offerte dal MIC, si aggiungono sei nuovi spazi. Al visitatore viene fornito un tablet che consente di scoprire in base alle proprie preferenze le aree al piano terra e al primo piano. Si passa dalla sala della fotografia, fra marchi come Alinari e Kodak, con dagherrotipi e lanterne magiche, fino al digitale della Sharing Box. Al piano superiore si è ottenuto un effetto “pellicola”, con le pareti rivestite di un particolare filtro che rimanda al cinema, dove le luci soffuse introducono i visitatori di ogni età negli spazi dedicati anche ai mestieri del cinema, dal doppiaggio alla musica, dalla realtà virtuale fino al videogame. C’è una sorpresa all’uscita: alle pareti ci sono 14 pezzi unici, i bozzetti di un padre della cartellonistica, Marcello Dudovich.

Il programma della sala Cineteca Milano MIC.

 

In LombardiaBeniCulturali troviamo numerose foto di scena di altri film del regista Carlo Campogalliani conservate alla Cineteca Milano.

 

Immagine

Scena del film “Il cavaliere di Kruja” – Regia Carlo Campogalliani – 1941 – L’attrice Doris Duranti

 

Immagine

Scena del film “Il bravo di Venezia” – Carlo Campogalliani – 1941 – Primo piano dell’attore Emilio Cigoli

 

 

Tag: , ,

Pubblicato: 5 maggio 2021 [Roberto Monelli]