Viaggia con le foto

 

Prosegue fino al 30 settembre al Monastero di Astino (BG) la mostra dedicata all’opera di Guido Guidi, tra i maestri viventi della fotografia italiana e europea, «Cinque Viaggi 1990-1998» a cura di Corrado Benigni.

 

 

L’esposizione – promossa da Fondazione Mia – propone 60 fotografie realizzate da Guido Guidi negli anni Novanta. Sono immagini nate nell’ambito di due importanti progetti pubblici di documentazione, promossi dalla Provincia di Milano – Archivio dello spazio e Milano senza confini – e altre fotografie, sino ad oggi mai esposte. Guidi ripercorre la geografia lombarda, raccogliendo tracce del passato e del presente, raccontando la mutevolezza della nostra realtà nel tempo, come la trasformazione di città e paesaggi attraverso l’intervento umano. La sua attenzione si rivolge agli spazi marginali e antispettacolari del paesaggio italiano, inquadrandoli nelle lastre dalla macchina grande formato 20×25.

Per informazioni:
Fondazione MIA
T. 035.211355
info@astino.it | www.fondazionemia.it

ORARI APERTURA MOSTRA
giovedì e venerdì 18.00 | 21.00
sabato e domenica 10.00 | 21.00

Via Astino, Bergamo

In LombardiaBeniCulturali possiamo consultare numerose opere di Guido Guidi, conservate al  Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo. Ne mostriamo una selezione.

 

Trucazzano - silos - edificio rurale

Trucazzano – silos – edificio rurale, 1994   

 

La mostra è anche l’occasione di conoscere il Monastero di Astino. Sempre in LombardiaBeniCulturali troviamo una scheda dedicata al complesso architettonico, in origine Convento Vallombrosano al Santo Sepolcro che comprende la Chiesa del S. Sepolcro, e una scheda sulla storia del Monastero.

Troviamo anche due vedute ottocentesche di Astino opera di Pietro Ronzoni, dove accanto al convento figura un edificio mai costruito.

 

Tag: ,

Pubblicato: 2 agosto 2021 [Roberto Monelli]