Archivio del Comune di Bormio, Quaterni inquisitionum sorte primaverile 1571 23 27 maggio 1571

Persone
Vitale Gasperi
Procedimento giudiziario
Maddalena moglie di mastro Sebastiano Valera contro Vitale Gasperi, per ingiuria (23 - 27 maggio 1571; 15 giugno 1571)

Querela di Maddalena moglie di mastro Sebastiano Valera contro Vitale Gasperi che l'ha ingiuriata dicendole putana, dopo che lei gli ha dato dello strologo. Vitale Ŕ condannato al pagamento di dieci lire imperiali.

Die mercurii 23 maii.

Magdalena uxor magistri Sebastiani del Valera dedit securitatem verbo mariti solvendi si erraverit et manutenendi pacem secundum Statutum et contra Vitalem filium Jacobi de Gasper. Fideiussor pro ea fuit Christoforus quondam Tonii Bethi de Oga obligando etc.

Eo die.

Suprascriptus Vitalis dedit securitatem ut supra contra suprascriptam Magdalenam. Fideiussor pro eo fuit predictus Christoforus obligando etc. Et Joannes Frachalossus soser suprascripti Vitalis promissit conservare suprascriptum Christoforum indemnem etc.

Eo die.

Predicta Magdalena querelavit che parlando con il ditto Vitale de certo fitto de una botega et contrastando tra lor, ditta Magdalena gli disse: Questo strologo! (1) et lui subito gli disse: Putana! et testes ibi erant Nicolaus Botesinus, *** filius Nicolaii Fratini, Magdalena filia quondam Bernardi Gandalini, Magdalena Joannini Lanteri, Bollogninus et eius uxor.

Eo die.

Coram dominis officialibus citatus suprascriptus Vitalis causa predicta, qui interogatus dixit che, facendo parola tra lor, ella Magdalena gli disse: Latro, strolo[go] et strion! Et alhora ditto Vital gli disse: Ogni volta che tu dici quello, tu parli de quella che sei, et una figliola de una putana! Et ipsa Magdalena fecit ipsum Vitalem mentire. Testes ibi erant suprascripti.

Die dominico 27 maii.

Coram domino pretore et offitialibus in causa predicta citatus fuit Iohannes Jacobus Bollogninus qui dixit non interfuisse quando predicti rixantes inter eos fecerunt verba sed in vigilia Ascensionis sive die ante, dictus Vitalis ivit in domo suprascripti Johannis Jacobi et ipse dixit ei Vitali: Audivi quod fecisti quedam verba cum Magdalena suprascripta. Et ipse dixit: Verum est quod ipsa dixit mihi: Strologo!, et ei dixi: Putana! Et hoc volo manutenere, dummodo (a) interogent duos vel tres quos ego dicam.

Eo die.

Coram ut supra citatus fuit Joannes Abondius filius Nicolaii Vitalis Gotardini, cui dato juramento dixit haver sentuto la suprascripta Magdalena che disse: Strolo[go]! al suprascripto Vidal, et luy gli disse: Putana!. Et hoc est quantum dixit scire.

Eo die.

Nicolaus filius magistri Bartolomei Botesini citatus causa predicta cui dato juramento dixit non haver sentuto, salvo che dicta Magdalena disse: Strologo! al ditto Vital et poii disse: Tenite a mente che me ha ditto: Putana!, per˛ lui test[imoni]o non ha sentuto dir tal parola abenchÚ fussero ditte.

Eo die.

Coram ut supra citata fuit uxor suprascripti Joannis Jacobi Bollognini, cui dato juramento dixit prout suprascriptus eius maritus dixit.

(a) Parola incerta.

(1) Il termine strologo aveva in questo tempo due valenze: quella originaria e positiva di "conoscitore degli astri" e quindi anche di "esperto di scienze occulte" (cf. SB029: l'astrologo di Oga; SB051: il stroligo di Camoasch, e quella negativa di "stregone", come in questo caso. Nel dialetto borm. attuale sc'tr˛lich Ŕ sinonimo di "zingaro", per il fatto che gli zingari leggevano la mano e predicevano il futuro. Soprattutto il femm. sc'tr˛liga, oltre che "zingara", in senso traslato vale "vagabonda, disordinata", gros. str˛lega "zingara; ragazza che va a zonzo" (Longa 250; DEG 859). La forma sincopata strolo, che qui appare due volte, non sembra attribuibile a un errore grafico.