Lombardia Beni Culturali
11

<Carta> venditionis

1119 dicembre 12.

Tebaldo, del fu Giselberto, e sua moglie Amistade, di legge longobarda, dichiarano di aver ricevuto da prete Giovanni, <officiale> della chiesa di S. Pietro in Oliveto, cinque lire d'argento, quale prezzo della vendita di quattro appezzamenti di terra siti im Monticello, nel territorio di Poncarale.

Regesto, ASVat, FV, II, Registro 96, c. 1r [R]. Al termine del dettato, segnatura: N 3.

1119 .XII. dece(m)bris. Theudoldus quondam Ghisulbertini et Amistada iugales, lege Langobardorum vivere professi, pretio librarum quinque argenti boni habitarum a Io(hann)e presbitero ecclesiae Sancti Petri in Oliveto, vendiderunt eidem presbitero Io(hanni) q(uatt)uor petias terras im (a) Monticello territorii Pontiscaralis. Instrumento rogato per Raymundum causidicum notarium.


(a) im nell'interlineo in corrispondenza di lettera principiata e depennata.

Edizione a cura di Mirella Baretta
Codifica a cura di Mirella Baretta

Informazioni sul sito | Contatti
Sito valido XHTML | CSS