Lombardia Beni Culturali
131

Breve investiture nomine benefitii

1097 dicembre 26, Piadena.

Matilde di Canossa, figlia del defunto marchese Bonifacio, investe nomine benefitii Goffredo di Bellusco e Moricio e Cremosiano Oldoini, che agiscono a nome della Chiesa cremonese e del comunum della cittÓ di Cremona, del comitatus dell'Isola Fulcheria e stabilisce che i capitanei della Chiesa prestino servizio a Matilde, sostituiti dai capitanei e da altri milites del vescovo, quando questi sarÓ giunto nella sede episcopale; dispone inoltre che, se i capitanei non vorranno prestare servizio, siano sostituiti da uomini della cittÓ stessa.

Copia autentica prima metÓ sec. XIII, BSCr, LC, Codice Sicardo, p. 172, n. 129 [B]. Regesto sec. XVIII, Bonafossa, p. 79. Copia inizio sec. XIX, Dragoni, p. 333. Copia sec. XIX, Cereda, sc. 1, sec. XI, n. 1 (trascrizione probabilmente di mano di Odoardo Ferragni). Regesto sec. XIX, Ferragni, n. 237 (senza indicazione del giorno).
B Ŕ cosý autenticata: (SN) Ego Iohannes de Lege sacri palatii notarius huius exempli autenticum vidi et hoc scripsi.
Nel margine esterno, di mano del sec. XVII: XIX.

Edizione: Italia Sacra, IV, col. 598; Zaccaria, p. 106; Finazzi, p. 75; Sforza Benvenuti, p. 73, doc. B; Girondelli, p. C; Robolotti, p. 145, n. XI; Astegiano, I, p. 93, n. 203; Falconi, II, p. 53, n. 242; MGH, Die Urkunden und Briefe der markgraefin Mathilde von Tuszien, p. 150, n. 48.
Regesto: Lupo, Cod. dipl. Berg., II, col. 803; Robolotti, p. 31, n. 257; Savio, p. 71.

Tutte le edizioni e i regesti citati datano il documento 1098 gennaio 1; anche Falconi data il documento 1098 e afferma che il documento Ŕ datato secondo lo stile della nativitÓ, ma non registra altre discordanze nei dati cronologici. Si segue qui invece la datazione proposta da Goez nell'edizione MGH sopracitata avvertendo tuttavia, come rilevato dallo stesso Goez, che Ŕ plausibile anche una datazione 1099 gennaio 1. Se datiamo il documento 1098 gennaio 1, ammettendo che nel documento sia utilizzato lo stile della nativitÓ, il giorno della settimana non concorda con il giorno del mese, mentre il millesimo e l'indizione concordano; Goez ritiene che l'espressione una dies sabbati in kl. genuarii possa indicare un giorno di sabato anteriore alle calende di gennaio: in questo modo il primo giorno di sabato anteriore alle calende di gennaio Ŕ il 26 dicembre, mentre il millesimo, 1097 secondo il computo moderno, concorda con l'indizione che potrebbe essere cambiata sia a settembre sia anch'essa il 25 dicembre. Gli elementi della datazione potrebbero tuttavia concordare anche, se, pensando ad un errore nell'indizione e seguendo lo stile dell'incarnazione (fiorentina), datassimo il documento 1099 gennaio 1.

De Insula Fulcherii
Una dies sabbati in k(a)l(endis) genuarii. Presentia bonorum hominum quorum nomina subter legun|tur, per fustem quem in suis tenebat manibus Matilda, filia condam Bonefatii | marchionis, infra castrum Platine investivit homines Cremone, scilicet Gotefredus de Bel|lusco et Moricius seu Cremoxano Aldoini, a parte Sancte Marie Cremonensis Eccl(esi)e seu | ad comunum ipsius Cremone civitatis, de toto comitatu Išole Fulkeri omnia et ex omnibus | quantum ad suprascriptam comitissam pertinet de ipso comitatu inintegrum nomine benefitii. Tali | vero ordine, quod capitanei ipsius Eccl(esi)e debent servire ad suprascriptam Matildam comitissam, do|nec episcopus venerit infra ipsum episcopatum, scilicet Cremonensis Eccl(esi)e, qui cum suis | capitaneis seu aliorum ceterorum militum bene serviat. Et si capitanei ipsius civitatis | servire noluerint, ceteri homines ipsius civitatis serviant per prenominatum benefitium. Et suprascripta | Eccl(esi)a Sancte Marie et suprascriptum comunum supradictum comitatum inc inantea abeat in perpe|tuum nomine benefitii ut supra scriptum est, sine contraditione supradicte comitisse Matilde | seu suorum eheredum vel successorum.
Factum est hoc anno ab incarnatione Domini millesimo nonagesimo octavo, indit(ione)| sexta.
Signum + manuum Wašonis seu Ardengi et Athe seu Arnulfi et Ermin|šonis, testes rogati ibi fuerunt. (M) MATILDA DEI GRATIA SI Q(UI)D EST S(UB)S(CRIPSI)

Edizione a cura di Valeria Leoni
Codifica a cura di Valeria Leoni

Informazioni sul sito | Contatti