castellanza di Baradello sec. XIV - sec. XVI

“Risale al 1240 la distribuzione fatta dal marchese Bertoldo di Hohemburg, podestÓ di Como, e confermata nel 1279, del complesso pievano comasco in quattro parti, attribuite alle quattro porte principali o quattro porte della cittÓ” (Gianoncelli 1982) che vedeva la castellanza del Baradello assegnata al quartiere di Porta Monastero (Ripartizione pievi comasche, 1240).
Nel “Liber estimi civium civitatis Cumarum compillati de anno 1439” la castellanza risulta costituita dalle comunitÓ di Morsenzia, Rebbio, Breccia, Albate, Trecallo, Baraggia e Navedano (Liber estimi civitatis Cumarum, 1439, cc. 99 – 103).
”Tale circoscrizione dur˛ sino al 1527, anno in cui per ordine del governatore spagnolo Pietro Arias, il Baradello fu demolito. Dopo di che anche le terre della sua circoscrizione tornarono a riunirsi amministrativamente al resto della pieve di Zezio” (Gianoncelli 1975, pag. 45).

ultima modifica: 10/12/2003

[ Domenico Quartieri ]