parrocchia di Santa Maria Annunziata 1610 - [1989]

Parrocchia della diocesi di Tortona. La parrocchia di Languzzano risulta essere stata eretta nel 1610 (Goggi 1973; Toscani 1984) anche se probabilmente si tratta di una sua rierezione (Goggi 1973). Negli atti dei sinodi diocesani convocati nel XVII secolo dai vescovi di Tortona, la parrocchia di Languzzano costantemente elencata nella pieve di San Zaccaria. Secondo quanto si desume dagli atti della visita pastorale compiuta dal vescovo Paolo Aresi nel 1637, la parrocchia di Santa Maria Annunziata contava anime 130 di cui anime da comunione 70. Aveva un reddito di scudi 60 circa (Visita Aresi 1630-1643). Nei sinodi diocesani tenuti negli anni 1646, 1659, 1673, la parrocchia di Santa Maria Annunziata, compresa nella pieve di San Zaccaria, era inserita nella terza regione della diocesi. Nel 1686 la parrocchia di Languzzano, ancora inclusa nella pieve di San Zaccaria, contava fuochi 20, anime 100 di cui anime da comunione 70. Nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Annunziata era fondata la compagnia del Santissimo Sacramento (Visita pastorale 1686). Secondo quanto si desume dagli atti della visita pastorale compiuta dal vescovo Giulio Resta nel 1742, la parrocchia di Languzzano, con la denominazione dell’Annunciazione di Maria Vergine, contava anime da comunione 116, e figliuoli 63. L’annua entrata del beneficio della parrocchia comprendeva fitti di appezzamenti di terra, sacchi 10 di frumento, brente 6 di vino, e ammontava a circa lire 22. Nella chiesa parrocchiale di Languzzano esisteva ancora la compagnia del Santissimo Sacramento (Visita Resta 1742).
Nel 1820 la parrocchia di Languzzano contava famiglie 30, persone 112 di cui anime da comunione 137, cresimati 109, cresimandi 62. I redditi del beneficio parrocchiale ammontavano a franchi 448.15 e derivavano da fitti di appezzamenti di terra, fitti perpetui, sacchi di frumento, frutta, uva, biada, castagne, patate. Nella parrocchia di Languzzano esisteva inoltre il beneficio della Santissima Annunciata. Nella chiesa parrocchiale si ritrovava la compagnia del Santissimo, “senza distinzione di abito” (Stato diocesi di Tortona, 1820).
Nel 1843, anno del sinodo diocesano convocato da monsignor Negri, la parrocchia di Languzzano risultava appartenere al vicariato foraneo di Godiasco, incluso nel secondo distretto o regione della diocesi, facente capo a un vicario del vescovo (Sinodo Negri 1843). Negli atti del sinodo diocesano convocato nel 1898 dal vescovo Igino Bandi, la parrocchia prepositurale di Santa Maria Annunziata figura compresa nel vicariato XXVII di Godiasco, incluso nella regione VII di Godiasco (Sinodo Bandi 1898).
Negli anni 1974-1975 e nel 1989, la parrocchia di Santa Maria Annunziata era ancora attribuita al vicariato di Godiasco, nella zona pastorale di Varzi (Annuario diocesi Tortona 1974-1975; Annuario diocesi Tortona 1989).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Caterina Antonioni ]