parrocchia di San Marziano sec. XVI - [1989]

Parrocchia della diocesi di Tortona. La chiesa parrocchiale di San Marziano risulta elencata tra le dipendenze della pieve di Santa Maria di Fabbrica fin dal XVI secolo (Catalogo 1523). Nella visita pastorale eseguita da monsignor Ragazzoni nel 1576 e negli atti dei sinodi diocesani convocati tra XVI e XVII secolo dai vescovi di Tortona, la parrocchia di Cella Ŕ costantemente ricordata nella pieve di Fabbrica.
Nel 1632 la parrocchia di San Marziano contava anime 300 di cui anime da comunione 200. Aveva un’entrata di scudi 125. Soggetti alla parrocchia di San Marziano esistevano gli oratori di Santa Caterina di Selvapiana, San Giacomo di Cignolo, Castellaro. Nel 1641 la parrocchia di San Marziano contava fuochi 104, anime 1000 di cui anime da comunione 700. Aveva un reddito di scudi 150. Soggetti alla parrocchia di San Marziano esistevano ancora gli oratori di Santa Caterina di Selvapiana e di San Giacomo di Cignolo (Visita Aresi 1630-1643). Nei sinodi diocesani tenuti negli anni 1646, 1659, 1673, la parrocchia di Cella, compresa nella pieve di Fabbrica, era inserita nella quarta regione della diocesi.
Nel 1820 la parrocchia di San Marziano contava famiglie 76, persone 488 di cui anime alla comunione 286, cresimati 250, cresimandi 70. Gli annui redditi del beneficio parrocchiale, comprendenti proprietÓ, fitti frumentari e denaro proveniente dal tesoro regio, ammontavano a lire nuove di Piemonte 500. Entro i confini della parrocchia esistevano gli oratori pubblici di San Rocco di Castellaro, Santa Caterina di Selvapiana, San Giovanni Battista (Stato diocesi di Tortona, 1820).
Nel 1843, anno del sinodo diocesano convocato da monsignor Negri, la parrocchia di San Marziano vescovo e martire risultava sede vicariale, inclusa nell’undicesimo distretto o regione della diocesi (Sinodo Negri 1843). Secondo quanto si desume dagli atti della prima visita pastorale compiuta da monsignor Igino Bandi nel 1891 la parrocchia di Cella era ancora sede vicariale (Visita Bandi 1891). Negli atti del sinodo diocesano convocato nel 1898 dal vescovo Igino Bandi, la parrocchia prepositurale di Cella figura compresa nel vicariato XXXIV di Fabbrica Curone, incluso nella regione IX di San Sebastiano Curone (Sinodo Bandi 1898). Negli anni 1974-1975 la parrocchia di San Marziano era inclusa nel vicariato dell’Alta Val Curone, nella zona pastorale di San Sebastiano Curone (Annuario diocesi Tortona 1974-1975). Nel 1989 la parrocchia di Cella risultava attribuita al vicariato della Valle Curone, nella zona pastorale di Tortona (Annuario diocesi Tortona 1989).

ultima modifica: 03/03/2004

[ Caterina Antonioni ]