Registro n. 14 precedente | 753 di 1952 | successivo

753. Francesco Sforza al capitano della cittadella e al podestÓ di Piacenza 1452 agosto 17 "apud Quinzanum".

Francesco Sforza ingiunge al capitano della cittadella e al podestÓ di Piacenza di disporre che, ad ogni ora, siano a disposizione degli ufficiali ducali sopra la fornitura del pane, i carri necessari che verranno pagati dagli stessi ufficiali.

Capitaneo cittadelle et potestati Placentie.
Volimo, et per questa vi caricamo et strengemo che subito, recevuta la presente, debiati ponere tale ordine al facto delli carri de Piasenza che ad ogni hora li offitiali nostri sopra la monitione del pane li possano havere secondo loro rechiederanno, advisandovi che non facendolo et occorendoli deffecto o manchamento alchuno, lo imputaremo tucto ad vuy. Fati adoncha dal canto vostro per modo che non habiamo casone dolerne de vuy, advisandovi come in tucte le altre lettere nostre havimo scripte, che nostra intentione Ŕ che dicti carri siano pagati da dicti nostri officiali della fabricha del pane. Data in castris nostris apud Quinzanum, die xvii augusti 1452.
Christoforus.
Cichus.