Ritratto di Luigi Alberico Trivulzio

Corvaya Salvatore

Ritratto di Luigi Alberico Trivulzio

Descrizione

Autore: Corvaya Salvatore (1872/ 1962)

Cronologia: post 1940

Tipologia: pittura

Materia e tecnica: olio su tela

Misure: 120 cm x 197 cm

Notizie storico-critiche: Il principe milanese Luigi Alberico Trivulzio, morto a Milano l'8 novembre 1938, fu ricordato l'anno seguente dal figlio Gian Giacomo e dalla moglie Maddalena Cavazza che, per onorarne la memoria, si fecero donatori della somma di centomila lire all'Ospedale Maggiore. Nato a Milano il 12 febbraio 1868, Luigi Alberico fu uomo di vasta cultura. Nei suoi studi predilesse l'arte, accettando solamente onorificenze e incarichi che avessero attinenza con questa sua passione. Fu infatti presidente degli "Amici di Brera", commissario regionale per la conservazione dei monumenti della Lombardia, presidente del Museo Poldi Pezzoli dal cui fondatore, Gian Giacomo Poldi Pezzoli che gli era cugino, aveva ereditato a soli undici anni il cospicuo patrimonio famigliare. Nel 1930 prest˛ la sua esperienza artistica collaborando con l'Amministrazione degli Istituti Ospedalieri nella valutazione dei ritratti e dei pezzi scultorei di proprietÓ dell'Ospedale.
Per desiderio della famiglia, il ritratto del patrizio milanese fu affidato all'esecuzione di Corvaya. La designazione ufficiale fu decretata il 15 novembre 1939. La Commissione Artistica accolse il dipinto finito nelle Collezioni della Ca' Granda il 14 ottobre 1940.
Realizzata con la consueta minuzia ed attenzione ai particolari che derivano a Corvaya dalla sua pratica come miniaturista, l'opera si presenta in buono stato di conservazione.
Presso gli eredi del benefattore esiste una versione leggermente modificata di questo ritratto, nella quale il nobile milanese Ŕ in piedi in un angolo del suo palazzo, abbigliato in maniera identica. I due dipinti hanno le stesse misure e furono eseguiti da Corvaya nello stesso anno.

Collocazione

Provincia di Milano

Ente sanitario proprietario: Fondazione IRCCS Ca' Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Credits

Compilazione: Pola, Francesca (2005)

Aggiornamento: Cassinelli, Daniele (2007); Rebora, Sergio (2007)