Valva di dittico

bottega occidentale (romana?)

Valva di dittico

Descrizione

Identificazione: pie donne al sepolcro

Denominazione: valva di dittico rappresentante le Marie al Sepolcro

Ambito culturale: bottega occidentale (romana?)

Cronologia: ca. 400

Tipologia: arredi e suppellettili

Materia e tecnica: avorio/ intaglio

Misure: 13,4 cm x 30,7 cm

Descrizione: Tavoletta intagliata a bassorilievo divisa in due parti uguali da cornice a palmette. In alto nella parte superiore sono scolpiti i simboli dei due evangelisti Luca e Matteo, simboleggiati rispettivamente dal toro e dall'angelo. Al di sotto sono due soldati armati di lance alla guardia del sepolcro di Cristo che ha impianto circolare. I due paiono addormentati. Nella scena sottostante due Marie inginocchiate, giunte per piangere il Salvatore morto, incontrano un personaggio maschile seduto che indossa una tunica, ha aureola, compie con la sinistra un gesto di benedizione e tiene nella destra un rotolo. La figura Ŕ verosimilmente Cristo risorto secondo la descrizione del Vangelo di Matteo (28, 9-10).
Sull'edificio alle spalle delle donne i battenti della porta mostrano tre scene evangeliche, dall'alto: la resurrezione di Lazzaro, Zaccheo salito sull'albero per vedere Ges¨ e il Cristo che parla a una figura femminile.

Notizie storico-critiche: La presenza di due soli simboli degli Evangelisti e delle sedi per cerniere sul retro del pezzo sono conferme dell'originaria appartenenza del pezzo a un dittico. Si tratta di uno dei pi¨ alti esempi dell'arte dell'intaglio eburneo di etÓ tardoromana per l'impianto classico delle figure, la padronanza della tridimensionalitÓ, la distribuzione delle figure nello spazio. Tali ragioni supportano la datazione all'inizio del V secolo, presso un atelier romano connotato dal recupero voluto dello stile classico di I secolo d.C.

Collocazione

Milano (MI), Raccolte Artistiche del Castello Sforzesco. Raccolte d'Arte Applicata

Credits

Compilazione: Guglielmetti, Angela (2020)

Aggiornamento: Barbieri, Lara Maria Rosa (2021)

  Scheda completa SIRBeC (formato PDF)

NOTA BENE: qualsiasi richiesta di consultazione, informazioni, ricerche, studi (nonché documentazione fotografica in alta risoluzione) relativa ai beni culturali di interesse descritti in Lombardia Beni Culturali deve essere inoltrata direttamente ai soggetti pubblici o privati che li detengono e/o gestiscono (soggetto o istituto di conservazione).